a2.png

Quali sono le modalità di conservazione?

La conservazione digitale in house o in outsourcing?

La scelta sulla modalità di conservazione è un tema ancora molto dibattuto.
La conservazione digitale in house è una strada percorribile, purchè la scelta sia fatta con la consapevolezza di poter adempiere a quanto richiesto dalla relativa normativa.
Le soluzioni in outsourcing possono essere un’importante alternativa che consente alle aziende ed agli studi professionali di sgravarsi di un obbligo ed un onere che richiede specifiche competenze per essere gestito adeguatamente. Infatti con l’avvio del processo digitale, è sempre più importante distinguere tra la necessità di avere i documenti elettronici a disposizione (archiviazione operativa), dalla necessità di utilizzare i medesimi documenti ma con rilevanza fiscale (conservazione digitale).
Pertanto, il fatto di poter utilizzare i servizi in outsorcing non fa venire meno la disponibilità dei documenti, sia per l’azienda sia per lo studio, dato che con l’archiviazione operativa li avrà sempre disponibili.

Fra le soluzioni in outsourcing si possono considerare il servizio fornito dall’Agenzia delle Entrate e quello proposto da fornitori terzi.
Per questo, nella tabella che segue, confrontiamo le principali caratteristiche di conservazione digitale proposta dall’Agenzia delle Entrate e da soggetti conservatori privati:
comparazione-outsourcing.png
Consenso al trattamento dei dati per finalità Marketing

Letti e compresi i termini dell’Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016, esprimo il mio consenso a ricevere informazioni marketing e di aggiornamento sulle sue attività e iniziative Vecomp. Il mancato conferimento non comporterà alcuna conseguenza relativamente alla richiesta effettuata.